HOME LOGIN INFO

La Banca Dati per la raccolta dei curricula dei commissari liquidatori interessati è stata istituita presso il Ministero dello Sviluppo Economico con l'obiettivo di esplicitare i requisiti professionali che devono possedere i professionisti che intendano a svolgere, su mandato del Ministero, incarichi di commissario liquidatore, commissario governativo e liquidatore di enti cooperativi, ai sensi degli artt. 2545-sexiesdecies, 2545-septiesdecies, secondo comma, e 2545-octiesdecies del Codice Civile. L'iscrizione avviene presentando una richiesta telematica, alla competente Direzione generale per la vigilanza sugli enti, il sistema cooperativo e le gestioni commissariali, corredata di curriculum e documentazione inerente i requisiti di cui all'art. 9, comma 2, della legge 400/1975. Sono ammessi coloro che rivestono o abbiano in passato rivestito la carica di commissario liquidatore, governativo, giudiziale e curatore fallimentare di cooperative ed anche i professionisti segnalati dalle associazioni nazionali di rappresentanza.

 

  Sommario


 

 

REGISTRAZIONE

Come registrarsi

Al sistema si accede tramite Login (Nome Utente) e Password (figura n. 1). Il tipo di accesso predefinito è tramite directory interna. La scheda LDAP consente di completare una nuova registrazione (figura n. 2), mentre in caso di accesso con SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), non è necessaria alcuna nuova registrazione in quanto quest'ultimo consente di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione con un'unica Identità Digitale (Username e Password) utilizzabile da qualsiasi computer, tablet e/o smartphone.

Nota: l'attivazione del servizio SPID è prevista ma non è disponibile in quanto attualmente in fase di accreditamento.

Dunque, l'accesso LDAP richiede una "Registrazione" preliminare (figura n. 2) e una comilazione di campi che, in quanto contrassegnati da asterisco, sono obbligatori: Nome Utente (a propria scelta), E-mail (preferibilmente una email di lavoro), Password (a propria scelta). La password deve poi essere riconfermata mediante "Conferma Password". Come ultimo step, deve essere inserito il Codice di verifica (CAPTCHA), che può essere resettato, in caso di fallimento, cliccando su "Mostra un altro codice".

Posiziona il mouse sulle immagini in basso per ingrandirle

Figura n. 1 - Login. Il login predefinito avviene tramite LDAP.

Figura n. 2 - Il modulo di registrazione LDAP.

Effettuata la registrazione, il sistema invia, alla casella di posta elettronica specificata dall'utente, un messaggio di conferma dell'avvenuta registrazione (no-reply@mise.gov.it), con i dettagli del nuovo account (nome utente e password) e il link per attivare definitivamente l'account e accedere al portale dei Commissari Liquidatori.

Posiziona il mouse sull'immagine in basso per ingrandirla

Figura n. 3 - Email di conferma.

Cliccando sul link ricevuto per email, si completa definitivamente la registrazione, accedendo alla schermata riportata in basso (figura n. 4), dalla quale è possibile successivamente accedere al sistema, cliccando sull'omonimo link (evidenziato da una freccia), che rimanda alla Home Page per un nuovo login.

Posiziona il mouse sull'immagine in basso per ingrandirla

Figura n. 5 - L'attivazione dell'account è stata completata correttamente.

Home    Chiudi   

 

 

INTRODUZIONE ALL'INTERFACCIA

L'interfaccia dell'applicazione

L'interfaccia dell'applicazione per la gestione delle domande di iscrizione all'Elenco dei Commissari Liquidatori è molto semplice, in quanto sono previsti pochi passaggi. Effettuato il login si accede immediatamente ad una pagina riepilogativa di benvenuto (figura n. 6), con al centro l'elenco delle domande presentate, intitolato "Le mie domande". Inizialmente l'elenco è vuoto: nessuna domanda presente. Per poterlo riempire, bisognerà cliccare sul pulsante "Nuova domanda", in basso al centro, subito dopo l'elenco.

La comprensione dell'interfaccia è facilitata da numerose spiegazioni, all'interno della pagina, in prossimità dei diversi comandi e link, che aiutano l'utente a capire quali sono le funzionalità del sito e gli step da seguire per potersi orientare nella navigazione.

Posiziona il mouse sull'immagine in basso per ingrandirla

Figura n. 6 - Pagina riepigolativa, con l'elenco delle domande presentate dal canditato.

Inoltre, la procedura è suddivisa in STEP, ognuno dei quali è numerato: ad esempio step 1 di 4 è indicato da (1/4), step 2 di 4 è indicato da (2/4), e via di seguito. Questo consente all'utente di capire esattamente in che fase della procedura si trova e di interropere eventualmente il processo, in caso di necessità, per ricominciare dallo step appena interrotto, qualora i dati non siano stati ancora inseriti.

 

Home    Chiudi   

 

 

GESTIONE DELLE DOMANDE

Gestione delle Domande per l'iscrizione all'Elenco dei Commissari Liquidatori

Cliccando sul pulsante "Nuova domanda" della pagina riepigolativa precedentemente descritta (figura n. 6, "Introduzione all'interfaccia"), si accede al primo dei quattro step della procedura (1/4), intitolato "Dichiarazioni" (figura n. 7), sul quale sono presenti diverse tipologie di campi da compilare o selezionare (dati anagrafici, informazioni di carattere professionale, dichiarazioni, consensi al trattamento dei dati, ecc.). Il modulo è articolato in "sezioni", la prima delle quali è quella contenente i dati anagrafici (fra cui il Codice Fiscale, la residenza e i recapiti). Subito dopo l'utente ...

CHIEDE l'inserimento nella banca dati per l'attribuzione di incarichi di commissario liduidatore, commissario governativo e liquidatore di enti cooperativi. A tal fine, consapevole delle conseguenze anche penali, previste dall'art. 76 del DPR n. 445/2000, delle dichiarazioni non veritiere prodotte alla Pubblica Amministrazione, DICHIARA, sotto la propria responsabilità:

  1. di non aver rinunciato, per dimissioni o mancata accettazione, a precedente incarico conferito dall'Amministrazione, senza giustificato motivo;
  2. di non essere stato sottoposto/a a misure di prevenzione disposte dall'autorità giudiziaria ai sensi del decreto legislativo 5 settembre 2011, n. 159. salvi gli effetti della riabilitazione.

Le dichiarazioni si intendono valide se le corrispondenti "caselle", a fianco di ciascuna di esse, sono contrassegnate da una spunta. L'intero modulo contiene numerose dichiarazioni, suddivise per argomenti (Sezioni). Dall'alto in basso abbiamo le seguenti Sezioni:

  1. Raporti con la PA
  2. Esperienze professionali
  3. Misure interdittive
  4. Eventuali procedimenti penali Titolo XI Libro V c.c. / Titolo VI Regio Decreto 10/03/1942 n. 256
  5. Eventuali procedimenti penali contro la Pubblica Amministrazione
  6. Eventuali altri procedimenti penali
  7. Revoche di incarichi precedenti
  8. dichiarazione finale per il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003, per gli adempimenti connessi alla procedura

Posiziona il mouse sull'immagine in basso per ingrandirla

Figura n. 7 - Modulo domanda: step 1 di 4, Dichiarazioni.

Una delle sezioni più importanti ai fini del completamento della domanda è la sezione Esperienze professionali, in basso (figura n. 8).

Posiziona il mouse sull'immagine in basso per ingrandirla

Figura n. 8 - Esperienze professionali

Come già detto, le dichiarazioni si intendono valide se le corrispondenti "caselle", a fianco di ciascuna di esse, sono contrassegnate da una spunta. L'oggetto della dichiarazione, a sua volta, è situato a destra di una casella di riepilogo, tramite la quale, dopo aver selezionato "Dichiara", si sceglie una delle seguenti opzioni: "avere" o "NON avere". Ad esempio:

Dichiara (si/no) di (avere/NON avere)... subito condanna definitiva in almeno un procedimento penale per un reato diverso dai precedenti.

Posiziona il mouse sull'immagine in basso per ingrandirla

Figura n. 9 - Esempio di dichiarazione.

Completato il modulo Dichiarazioni, con il consenso al trattamento dei propri dati personali (figura n. 10), si clicca finalmente sul pulsante "Avanti", mediante il quale si accede al modulo Domicili professionali (figura n. 11), che rappresenta il secondo step della procedura (2/4). Anche in questo caso l'utente si trova di fronte ad un elenco vuoto. Per incrementarlo deve infatti cliccare su "Aggiungi domicilio professionale". Si apre quindi una finestra di popup, come mostrato nella figura n. 12, con i seguenti campi: Provincia, Indirizzo, Comune e Cap (soltanto il primo è obbligatorio).

Posiziona il mouse sulle seguenti immagini in basso per ingrandirle

Figura n. 10 - Consenso al trattamento dei dati personali.

Figura n. 11 - Modulo "Domicili Professionali".

Figura n. 12 - Finestra di popup per l'inserimento di un domicilio professionale.

Dopo aver cliccato su "Salva", la finestra di popup si chiude e il modulo Domicili professionali viene aggiornato, con un nuovo record in elenco (figura n. 13, in basso). Di nuovo bisogna cliccare su "Avanti" per accedere al modulo successivo (figure n. 13 e n. 14), intitolato Documentazione, per il caricamento degli allegati alla domanda di iscrizione all'Elenco. Questo modulo rappresenta il terzo step dell'intera procedura (3/4). Gli allegati (Domanda Firmata e Curriculum Vitae) devono essere accompagnati da firma digitale, altrimenti non è possibile effettuare l'upload. Anche quando la firma digitale non corrisponde all'utente che sta predisponendo la domanda, il modulo non effettua l'upload. In entrambi i casi viene restituito un messaggio di errore. La figura n. 14 in basso, mostra un messaggio d'errore in caso di upload non riuscito, mentre la figura n. 15 mostra un esempio di upload corretto.

Posiziona il mouse sulle seguenti immagini in basso per ingrandirle

Figura n. 13 - Modulo "Documentazione" (3/4).

Figura n. 14 - Modulo "Documentazione", errore di upload.

Figura n. 15 - Modulo "Documentazione", upload corretto.

Allegata la documentazione alla domanda, la procedura finalmente si conclude con l'invio della domanda (Invio Domanda, figura n. 16, step (4/4)). Cliccando sul pulsante "Invia e protocolla Domanda", infatti, si procede automaticamente alla protocollazione della domanda, insieme ai relativi allegati. Bisogna comunque aspettare l'approvazione risolutiva da parte del sistema, affinchè la procedura stessa possa considerarsi definitivamente "conclusa". Infatti, una volta protocollata la domanda, non sarà più possibile modificare i dati inseriti. Dopo aver concluso la procedura, si ritorna alla schermata riepilogativa della Home Page, con l'elenco delle domande presentate. Come è possibile osservare della figura n. 17, in questo caso l'elenco non è vuoto, ma vi è presente una domanda, il cui stato è "Protocollata" (evidenziato dal colore verde) e il cui numero di protocollo può essere cliccato sulla sinistra per effetuare il download della domanda stessa (figura n, 18). Nel frattempo, l'utente riceverà una email di notifica dell'avvenuta protocollazione (figura n. 19).
L'utente può a questo punto uscire dal programma (Logout).

Posiziona il mouse sulle seguenti immagini in basso per ingrandirle

Figura n. 16 - Invio Domanda (4/4).

Figura n. 17 - Pagina riepilogativa iniziale, con la domanda appena protocollata in elenco.

Figura n. 18 - Download della domanda.

Figura n. 19 - Email di notifica avvenuta protocollazione.

Pulsante per il LOGOUT in alto a destra

 

Home    Chiudi